Alex Schweder è l'architetto di New York che ha coniato il termine "Performance Architecture”; un concetto di architettura dove gli ambienti vengono manipolati alternando la percezione visiva del visitatore. Lo scopo di queste sperimentazioni è portare l’attenzione sul rapporto tra soggetto ed architettura e dimostrare che la relazione tra spazi occupati e soggetti occupanti  è volubile.

Tra le colline dello stato di New York, nel parco di sculture Art Omi, Alex Schweder e Ward Shelley hanno dato vita a ReActor: una casa che si muove fino a roteare su se stessa di 360 gradi. La casa assomiglia ad un lungo container rettangolare che si regge grazie a una singola colonna di cemento. La struttura, del tutto trasparente, si muove seguendo le oscillazioni prodotte all’interno dell’abitazione e si inclina in base al vento. Quindi, se gli abitanti si spostano verso destra, la casa oscillerà verso destra, per farla rimanere ferma i soggetti devono rimanere ciascuno su un lato della casa.
Abitare questa casa diventa una vera e propria performance artistica, in cui i propri movimenti sono legati e condizionati dai movimenti dell’altro. ReActor è un luogo creato per due persone che però non possono realmente stare insieme.

Lavori simili sono anche Davenports Yawn, Your Turn o In Orbit: una serie di realtà abitative astratte dove lo spazio e il movimento che quel tipo di spazio impone condizionano la vita di chi lo abita. Che sia il grande divano che respira (Davenports Yawn), la casa in movimento (ReActor), la casa su una ruota gigante (In Orbit) o la casa su un muro (Your Turn), queste sperimentazioni abitative raccontano limiti e difficoltà di movimento ma sopratutto sono una sfida fisica per i due artisti, che spesso abitano questi spazi affrontando altezze vertiginose e spazi scomodi e angusti.

Il successo del duo artistico Alex Schweder e Ward Shelley continua a crescere e le loro opere sono state esposte e raccolte presso la Tate Britain, il Tel Aviv Museum of Art, il San Francisco Museum of Modern Art e la Venice Architecture Biennale nel 2014.

 

More info: http://www.alexschweder.com/

 

Urban Contest Magazine: Arts, Culture, Lifestyle & News

 

sabato, 19 ottobre 2019
Back to Top