Il BookCrossing ovvero  la pratica di condividere libri che abbiamo appena letto  è cosa ormai nota. In questo modo tante storie e tanti libri  possono viaggiare liberamente e di incontrareun nuovo “padrone” nei modi più inaspettati: su una panchina in un parco, all’interno di un vagone della metropolitana, in una sala d’attesa o in un bar.

Lo spirito del BookCrossing non è certo una novità: basti pensare che, secondo alcuni studiosi, trova le sue radici nell’Antica Grecia, quando il filosofo Teofrasto era solito lasciare i propri testi liberi di viaggiare per mare chiusi in bottiglie di vetro affinché venissero letti anche da abitanti di nazioni lontane.

A Berlino, il fenomeno è diffuso e radicato già da anni, grazie anche ad una serie di interessanti iniziative. Tra le più recenti c’è sicuramente il progetto “Book Forest”:A Berlino alcuni tronchi d'albero sono stati trasformati in librerie pubbliche per incentivare la condivisione di libri. Tutto è iniziato da vecchio tronco d’albero  trasformato in un punto d’interscambio per BookCrosser.

Le librerie sono state realizzate su alberi caduti per morte naturale e scavati all'interno per poter contenere i libri. I ripiani sono protetti dalle intemperie da tendine di plastica che tengono all’asciutto i volumi.

Libri etichettati, condivisi e seguiti. È questo il principio del BookCrossing, la forma più intellettuale assunta dalla nuova sharing economy, "l'economia della condivisione" che sta prendendo sempre più piede in Italia e non solo.

In poche parole, chi vuole condividere un libro procede a schedarlo nel database centrale e poi lo abbandona in un luogo prestabilito.

Chi vuole leggere il libro lo prende e quando ha finito lo rimette in circolo, magari in un altro posto, dove altri lettori potranno usufruirne e così via.

I libri sono tracciabili, per cui chi volesse potrebbe seguire il percorso che il libro abbandonato fa nel tempo, accompagnando i lettori che lo hanno scelto.

"Il BookCrossing è l'atto di donare un'identità univoca a un libro, poiché il libro viene passato da lettore a lettore e può essere controllato, quindi può connettere i lettori", si legge sul sito ufficiale del BookCrossing.

 

Via tpi

loading...
Friday, 09 December 2016
Back to Top